La scuola del Dolce Stil Novo una corrente romantica e la donna angelo

Rate this post

Il Dolce Stil Nuovo e Dante Alighieri

Contemporanea all’attività di Guittone sorse a Bologna, per opera del Guinizzelli, la scuola del “Dolce Stil Novo”, che trovò poi il suo concreto svolgimento a Firenze e in Toscana. Il nome di Dolce Stil Novo va fatto risalire a Dante il quale ha anche il merito di essere stato il primo a rendersi conto dell’effettiva novità di questo movimento. A questo proposito sono da ricordare i famosi versi dell’incontro tra Dante e Bonagiunta nel “Purgatorio” in cui, a Bonagiunta che gli chiede se sia stato lui a dare inizio alle “nove rime”, Dante rispose:

“I’ mi son un, che quando Amor mi spira, noto, e a quel modo ch’è ditta dentro vo significando..”

Dal canto suo Bonagiunta non può fare a meno di riconoscere l’evidente distacco che esiste tra la vecchia e la nuova scuola. Egli si rende conto che c’è stato come un impedimento (un “nodo” dice Dante) che ha trattenuto il Notaro (cioè Giacomo la Lentini) e se stesso “di qua dal Dolce Stil Novo”.

La nota distintiva della scuola è la fedeltà all’ispirazione d’amore

Si tratta di un episodio in cui Dante, con uno spunto che sarà fin troppo sfruttato dalla critica, pone l’accento sulla fedeltà all’ispirazione d’amore come nota distintiva della scuola. Noi crediamo, però, che egli insista soprattutto sulle caratteristiche letterarie, sul rigore artistico della nuova forma poetica. Gli accenni al “noto”, al “ditta” (si tenga conto che dittare significava poetare secondo le regole letterarie) e al “vo significando” vanno proprio interpretati in questo senso. L’ accento dei versi Danteschi non batte tanto sulla spontaneità del sentire, quanto sulla coscienza di un oggettivo progresso intellettuale e tecnico-letterario.

Le novità del Dolce Stil Novo

Lo Stilnovo è profondamente legato all’ambiente culturale del suo tempo; ci sono però dei caratteri distintivi e un nucleo innegabile di novità, che vanno messi in rilievo. In che cosa consiste questa novità? Nel Dolce Stil Novo non c’è nessuna nuova concezione amorosa e il mito della Donna Angelo va interpretato per quello che è: non è un nuovo concetto, ma una felice immagine poetica, non ignota, del resto, alla lirica precedente.

La novità è soprattutto nella forma letteraria

La novità dello Stilnovo non è di contenuto ma di forma. Essa consiste “in un approfondimento e raffinamento dell’indagine psicologica”, nel cui ambito trova rilievo il nuovo mito della gentilezza del cuore, e in un raffinamento del linguaggio, che si fa più dolce e delicato, più sottile e squisito. E’ in questa direzione tecnico-stilistica che si può precisare meglio l’originalità della scuola, in cui si fissa il nuovo gusto poetico-letterario della rime dolci e leggiadre.

Quali poeti fanno parte del Dolce Stil Novo?

Possiamo dire che nella scuola del Dolce Stil Novo c’è l’entusiasmo di un profondo e autentico contenuto sentimentale, la complessità di una cultura viva e concreta e la raffinata eleganza del linguaggio e delle forme espressive. Il gruppo dello Stilnovo è relativamente esiguo: ne fanno parte, oltre al Guinizzelli, Dante giovane, il Cavalcanti, Cino e pochi altri minori (Lapo Gianni, Gianni Alfani e Dino Frescobaldi).

Ti consiglio un libro…

L’alba del Rinascimento ovvero il Dolce Stil Novo

“Questo articolo contiene link di affiliazione da cui si ottiene una piccola quota dei ricavi senza variazione dei prezzi”

Leggi anche: Come parlare con un adolescente?

Leggi anche: l’insoddisfazione in adolescenza

Leggi anche: Come guarire dal dolore?

——> https://www.passionepsicologia.org/5-opere-piu-importanti-di-dante/


In questa pagina sono presenti link di affiliazione che garantiscono a questo sito una piccola quota di ricavi, senza variazione del prezzo per l’acquirente.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!