Come definire la normalità il concetto di normalità secondo gli psicologi

5/5 - (1 vote)

La normalità è semplicemente assenza di handicap?

Sicuramente la normalità in senso Occidentale è intesa come caratteristica di una persona che non porta particolari handicap. Tuttavia la normalità è molto relativa. Difficile definire cosa sia normale e cosa no. In genere si definisce normale una persona che non ha particolari comportamenti devianti. 3 esempi di comportamenti devianti molto diffusi [oggi]

A conoscere più da vicino una persona ci si rende conto delle mille sfumature di diversità che la caratterizzano

Un famoso passo dello psicologo Alfred Adler recita così: “l’unico uomo normale è quello che non conoscete bene”. In effetti è proprio così perché ogni persona porta con sé delle proprie stranezze. A conoscere più da vicino una persona ci si rende conto di quante sfumature particolari la caratterizzano.

La nostra società Occidentale e la prassi di etichettare facilmente le persone

Si fa presto nella nostra società a etichettare le persone di disturbi di tipo psicologico ma proprio etichettare è la prassi più sbagliata. I disturbi psicologici esistono e sono molte le persone che ne soffrono. Tuttavia prima di dare un’etichetta è fondamentale guardare cosa c’è dietro quel problema e soprattutto vedere la persona dietro il disturbo.

Ogni persona porta con sé punti di forza e punti di debolezza e un bravo terapeuta o psichiatra è abile a guardare la persone oltre i suoi handicap. E’ così importante sensibilizzare sui disturbi psicologici e soprattutto è essenziale non emarginare e non lasciare sole le persone che ne soffrono.

Ma quindi.. la normalità esiste? Cosa pensano alcuni scrittori e studiosi?

Un altro passo interessante da considerare è quello dello scrittore Giuseppe Pennisi che dice così: “La normalità è una forzatura della società, non esiste”. Ritornando al discorso iniziale, ricordiamo che la normalità è relativa. In effetti ognuno ha una propria modalità di vivere e può considerare le proprie scelte normali rispetto a scelte differenti. Ogni persona ha una propria storia e un vissuto tutto particolare e personale. Ognuno è caratterizzato da una storia familiare e da una cultura. Basti pensare a quanto sono diverse le culture e quanto sono variegate negli usi e nei costumi.

La diversità è importante e va sempre rispettata la libertà propria e altrui

Qualcuno può considerare normale vivere in una tenda vicino al fiume, mentre per qualcun altro non lo è. In ogni caso fin quando si rispetta se stessi e gli altri e si rispettano le libertà di tutti non arrecando danni a nessuno la persona è libera di vivere la propria vita come crede. Immaginiamo un mondo in cui tutti fanno le stesse scelte e vivono una vita simile…sarebbe terribilmente noioso e statico. Così la diversità è importante e va preservata e rispettata.

Libri consigliati…

Sono normale?: Due secoli di ricerca ossessiva della «norma»

Manuale di neuropsicologia. Normalità e patologia dei processi cognitivi. Con e-book

Diverse normalità. Psicologia sociale delle relazioni familiari

Leggi anche: Più che strategie e pianificare tutto, cerco di seguire la mia natura

Leggi anche: Che cos’è un comportamento deviante?

Leggi anche: Perché si ha paura di essere diversi?

Questo articolo può contenere uno o più link di affiliazione da cui si ottiene una piccola quota dei ricavi

Leggi anche —-> Ricomincio da me!

—-> Sento in cuor mio che è la cosa giusta?

—–> Concetto di normalità in psicologia

—–> Mal di testa e alimentazione: che collegamento c’è?

—–> Mi incuriosisce la vita dopo questa vita

——> La competizione è positiva o negativa?

—–> https://www.passionepsicologia.org/guida-avanzata-come-essere-felici/

—–> https://www.passionepsicologia.org/non-fare-troppi-commenti-ma-vivi-la-vita/

—–> https://www.passionepsicologia.org/il-taoismo-e-le-sue-leggi/

—–> https://www.passionepsicologia.org/verso-la-conoscenza-di-se-stessi-distinguersi-per-vivere-felici/


In questa pagina sono presenti link di affiliazione che garantiscono a questo sito una piccola quota di ricavi, senza variazione del prezzo per l’acquirente.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!