Seguire la propria natura è il metodo migliore per sentirsi bene con se stessi

5/5 - (1 vote)

Seguiamo la nostra vera natura

Molte persone proprio per la paura del giudizio degli altri si uniformano a dei modelli. Uniformarsi alla maggioranza non sempre porta con sé cose positive. Se comprendiamo che abbiamo caratteristiche singolari sarà anche più facile scoprire i nostri talenti. L’autenticità aiuta a scoprire il proprio lato creativo. E’ importante capire che la cosa fondamentale non è essere apprezzati da chiunque, dobbiamo avere anche il coraggio di non piacere a tutti.

Sicuramente nella vita incontreremo chi avrà una particolare simpatia nei nostri confronti e chi magari ci riterrà poco simpatici. Tuttavia non dobbiamo fossilizzarci su chi non ci apprezza. Se noi apprezziamo noi stessi sarà anche più facile incontrare persone maggiormente affini a noi. Cerca di essere gentile con tutti ma non elemosinare l’amicizia di nessuno. Chi vorrà starti accanto lo farà senza troppi “se” e troppi “ma”. Ci sono persone con cui si creano delle sintonie particolari e proprio con queste persone possiamo creare dei rapporti di amicizia speciali.

Le vere amicizie sono quelle in cui proprio il giudizio viene sospeso o meglio si cerca di dare solo consigli a fin di bene. I giudizi dati a fin di bene sono occasioni di crescita e ci aiutano a fare del nostro meglio. I consigli delle persone che ci tengono a noi sono preziosi. Non si tratta infatti di giudicare, ma di consigliare cosa è meglio per noi in determinate situazioni.

Dimentichiamo ogni tanto la parola “giudizio”

Alcune volte è come se dovessimo eliminare dal nostro vocabolario la parola “giudizio”, se questa è vista in ottica negativa. Essere più gentili e clementi con se stessi è un ottimo sistema per trattare meglio il nostro mondo interiore. Dovremmo imparare ad essere pazienti, a trattarci con amore, a volerci bene. Ecco, proprio volerci bene è l’espressione giusta.

Può succedere in alcuni momenti della vita che iniziamo a maltrattarci per qualcosa che non è andato per il verso giusto. Così ci infliggiamo delle pene che non ci spettano. Tutto può essere risolto, tutto si può superare a patto che riprendiamo a trattarci con amore. Molte delle patologie psichiche di cui soffrono molte persone oggigiorno riguardano proprio il rapporto con l’amor proprio. Per esempio nelle patologie depressive il problema è che non ci vogliamo abbastanza bene. Ricorda che la prima forma di amore, dopo quella materna, è quella che tu provi nei tuoi confronti. Devi prima amarti tu e poi potrai fare spazio all’amore di qualcun altro.

Anche quando abbiamo paura del giudizio degli altri non ci stiamo amando abbastanza. Infatti, stiamo dando agli altri la facoltà e la libertà di stimare il nostro valore. In realtà siamo noi che sappiamo veramente chi siamo e dove siamo diretti. Pensieri del tipo “io non sono abbastanza”, “io non ce la farò mai”, “io non sono all’altezza”, sono caratteristici delle persone che hanno una bassa autostima. Così queste persone lasciano agli altri la possibilità di giudicarle. Impara a credere in te! Fallo sul serio, non demordere. Come ci ricorda il Dalai Lama “la forza interiore è la protezione più potente che hai. Non aver paura di assumerti la responsabilità della tua felicità”. Ecco, questo pensiero si ricollega molto al discorso fatto fino ad ora. Si tratta proprio di assumersi una sorta di responsabilità.

4,9 / 5
Grazie per aver votato!