emozioni

COME faccio a gestire le EMOZIONI : 4 consigli utili

COME faccio a gestire le EMOZIONI : 4 consigli utili

Perché le EMOZIONI sono importanti:

Le emozioni sono una componente della nostra psiche e della nostra anima. Sono importanti soprattutto perché ci fanno vivere, ci insegnano a sognare e, quando esso sono positive, ci aiutano a realizzare i nostri desideri. Le emozioni sono il nutrimento della nostra mente e ne abbiamo bisogno per condurre una vita più ricca e più soddisfacente.

Le emozioni, purtroppo, non sono sempre positive e non sono sempre emozioni piacevoli e tranquille. Può capitare che le emozioni si sprigionano dal nostro interno quasi come un cavallo impazzito, creando in noi panico e disorientamento.

Sia le emozioni positive che quelle negative devono essere in qualche modo gestite correttamente. Il controllo sulle emozioni è un’azione che può risultare complicata, soprattutto quando si tratta di rabbia, rancore, dispiacere, tristezza, euforia, spavento ecc.

Per questo voglio darti dei piccoli e semplici consigli per gestire al meglio le tue emozioni e per imparare a controllarle, in veste di educatrice e pedagogista:

1.Rifletti! Aspetta un attimo prima di mettere in atto la tua reazione. Quando ricevi una brutta notizia che può provocarti rabbia o dispiacere impara e pesare bene la tua reazione.

Appena riceviamo una notizia spiacevole tendiamo, in un primo momento, a ingigantire l’avvenimento poiché veniamo colti alla sprovvista e questo ci provoca reazioni incontrollate. Quindi, impara ad attendere un attimo prima di reagire…conta fino a 100! Una reazione può essere spropositata se prima non si riflette bene sulla causa effettiva che l’ha scatenata.

2.Impara a controllare gli impulsi. Il controllo degli impulsi è qualcosa che si apprende crescendo e che durante l’infanzia e l’adolescenza è poco sviluppata e ancora non è del tutto appresa.

Si impara! Si impara con il tempo e l’esperienza a diventare più riflessivi, a fermarsi a riflettere prendendosi del tempo. Essere impulsivi può creare disagi e incomprensioni con le persone che ci sono vicine, ma con un pò di “ginnastica” si impara a gestire meglio gli impulsi che provengono dall’interno.

3.Datti del tempo per elaborare l’emozione che ti sta attraversando. Un dispiacere, per esempio, può apparire grande e insuperabile in un primo momento, ma poi il tempo è un medico che sa curare ogni ferita e può attenuare il tuo dolore.

Il tempo è fondamentale, il tempo è maestro e sa darti le risposte giuste solo dopo che ne è trascorso un pò. Per elaborare un’emozione può essere utile parlarne con persone fidate e perchè no, anche con un medico specializzato.

4.Ricorda che l’emozione è passeggera quindi pesa bene l’importanza che hai intenzione di attribuirle! Se si tratta di un’emozione positiva conserva il suo ricordo più che puoi, ma quando è negativa sappi che non durerà all’infinito…nulla è interminabile, ma tutto passa.

Quando ti senti arrabbiato, ricorda che quella rabbia andrà a scemare e che tutto poi ritornerà al suo posto. Non lasciarti vincere dalle emozioni negative e anziché subirle cerca di diventare il loro padrone. Devi innanzitutto riconoscere l’emozione e poi attribuirle un valore senza esagerare, cerca di non ingrandire le situazioni e prenditi del tempo per vedere le cose con lucidità!

 

emozioni. gestire le emozioni.

La paura è 1 delle più antiche emozioni umane

Significato e importanza delle emozioni

L’intelligenza emotiva di Daniel Goleman: fare un passo verso se stessi e gli altri

Come CONTROLLARE la fame in 5 semplici MOSSE

Come CONTROLLARE la fame in 5 semplici MOSSE

Mantenere un certo controllo non è facile

Controllare la fame, soprattutto quella nervosa, non risulta sempre facile e quando prende la voglia di mangiare qualsiasi cosa troviamo davanti tenere un certo grado di controllo sembra quasi impossibile.

Vediamo alcuni semplici mosse da attuare per controllare la fame:

1.Fai una buona colazione al mattino sana ma ricca. Il mattino è il momento in cui conviene dare un avvio al metabolismo corporeo e dopo una dormita notturna mettere qualcosa di salutare e non troppo pesante nello stomaco è un’ottima idea ed è consigliato da tutti i medici e dietologi, quindi…non saltare la colazione!

Puoi prendere del thè, del latte-caffè, mangiare un frutto o uno yogurt, delle mandorle, delle fette biscottate, del succo di frutta fatto in casa, dei frullati di frutta ecc. Ma è assolutamente consigliabile iniziare la giornata con una buona colazione.

2.Durante la mattinata tieniti distratto e se studi o lavori concentrati con tutto te stesso sulla tua attività. La concentrazione e il trasporto per ciò che fai ti allontanerà dal pensiero ossessivo del cibo e placherà la tua fame nervosa. Essere impegnati in qualcosa, qualunque essa sia, è un modo per allontanare il pensiero del cibo in modo corretto.

3.Fai degli spuntini a metà mattinata e a metà pomeriggio. Gli spuntini spezza-fame sono un ottima soluzione per non arrivare all’ora del pasto affamati. Si possono mangiare dei biscotti magri a base di miele, della frutta secca o frutta di stagione, anche un caffè senza esagerare accompagnato a una fetta biscottata può essere uno spezza fame.

Se non sei amante del caffè o nel caso in cui non tolleri la caffeina puoi optare per un decaffeinato oppure per un succo di frutta a basso contenuto di zuccheri.

4.Emozionati! Non sottovalutare il potere delle emozioni, soprattutto quelle positive che tengono la mente distratta in modo sano e ti permettono di avere una vita più ricca ed appagante.

Non sottovalutare una giornata di sole, un giorno di festa, un’ uscita piacevole con gli amici o con il partner, una giornata dedicata alla famiglia; tieni sempre presente il valore di queste giornate e lasciati trasportare dalle emozioni positive che trasmettono. Anche la fame e quel pensiero incessante di voler mangiare diminuirà.

5.Trova una passione e coltivala. Le passioni nutrono l’anima e lo spirito e ti permetteranno di nutrire in modo più sano anche il corpo. Quando ci si fa attraversare da qualcosa che ci fa sentire bene tutto l’organismo ne trae giovamento e in questo modo riuscirai a contenere anche gli attacchi di fame.

 

fame. alimenti.

Trattenere l’euforia per non entrare in 1 agitazione eccessiva

6 Filastrocche simpatiche destinate al mondo dei piccoli

Tipologie di comunicazione: verbale e non verbale

La sorprendente teoria di Daniel Goleman

L’INTELLIGENZA emotiva di Daniel GOLEMAN

Fare un passo verso se stessi e gli altri: Daniel Goleman

Secondo il noto psicologo Daniel Goleman l’intelligenza emotiva è non meno importante e fondamentale rispetto all’intelligenza cognitiva generale. Essere emotivamente intelligenti è un vantaggio in tutti gli ambiti di vita e le emozioni sono una componente fondamentale di noi stessi e della nostra psiche.

Le emozioni secondo Daniel Goleman

L’intelligenza emotiva di  Daniel Goleman guarda le emozioni come una parte integrante e centrale della nostra vita e fondamentale è il concetto del saper riconoscere le emozioni.

Per sapere riconoscere le emozioni è innanzitutto importante sperimentarle e dare ad esse una spiegazione e un contesto di riferimento in modo da poterle riconoscere poi quando si presentano in futuro.

Saper riconoscere e saper elaborare in maniera corretta la proprie emozioni vuol dire fare un grande passo avanti verso se stessi e verso gli altri.

Intelligenza emotiva e relazioni sociali

L’intelligenza emotiva, secondo Goleman, è un asso nella manica per chi la possiede in maniera particolare perché essa aiuta molto nelle relazioni sociali e aiuta, quindi, a socializzare meglio e a fare amicizia facilmente.

Anche negli ambienti di lavoro l’intelligenza emotiva è particolarmente importante perché aiuta nel gestire meglio i rapporti con i colleghi e con il capo.

Essere in grado di stare vicino emotivamente ad un’altra persona è un grande dono che aiuta sia chi riceve la vicinanza ma anche chi la sa dare, dando un senso di soddisfazione e appagamento.

Le emozioni sono una parte di noi da non sottovalutare e vanno integrate nell’ambito della nostra personalità. L’emozione ci caratterizza e ci porta ad agire in determinate modalità a seconda che l’emozione sia positiva o negativa.

Saper controllare e gestire le emozioni

Saper controllare le emozioni e saperle gestire, secondo Goleman, è un altro aspetto fondamentale dell’intelligenza emotiva secondo Goleman. Il controllo dell’emozione sta alla base di tutto il nostro comportamento e alla base dei nostri atteggiamenti.

Saper gestire l’emozione è anche un trampolino di lancio verso il successo anche perché le persone emotivamente intelligenti sanno gestire meglio i rapporti con gli altri, andando avanti nella vita.

L’intelligenza emotiva per tutte le ragioni suddette rimane una componente fondamentale del nostro essere e le emozioni nutrono la nostra anima e alimentano la nostra mente.

le emozioni.

 

Daniel Goleman.

La paura è 1 delle più antiche emozioni umane

Il periodo precritico di Immanuel Kant