Non esiste la perfezione ma l’equilibrio e l’armonia

Rate this post

Non esiste la perfezione ma l’equilibrio e l’armonia

Siamo sempre alla ricerca di una vita perfetta, di un aspetto impeccabile, di un carattere perfezionista. In realtà la perfezione non è la via per essere felici. Accettare e accogliere le proprie imperfezioni è il primo passo per aprirsi a nuovi miglioramenti ed evolvere nella propria vita.

La vera via per essere felici è quella che segue la propria essenza. Per essere felici non c’è bisogno di essere perfetti ma bisogna piuttosto seguire la propria vera natura. Seguire il proprio istinto, percepire e distinguere quello che ci fa bene da quello che ci rende irritabili e nervosi, trovare il proprio posto nel mondo e starci comodi. Vivere per compiacere gli altri non ti porterà mai a sentirti realmente appagato e felice di te stesso. Ad un certo punto bisogna pur mettere da parte i giudizi degli altri e seguire le proprie aspirazioni. Il segreto è proprio trovare il proprio equilibrio e la giusta armonia. Maturando e andando avanti con l’età ci si accorge che la perfezione non può essere raggiunta e che in ogni caso anche la perfezione è relativa. Chi stabilisce cos’è la bellezza? Chi stabilisce qual è un carattere perfetto? Tutto è estremamente relativo e dipende dal modo di guardare di una persona. Ogni persona è diversa e ognuno ha il proprio modo di interpretare la bellezza e gli eventi della vita. Se trovi il tuo posto nel mondo che ti fa sentire te stesso e non devi sforzarti di assomigliare a qualcun altro è una grande conquista che ti farà sentire libero e felice.

Maturare vuol dire accettare anche i momenti bui della vita e includerli in quelli positivi e felici. L’inclusione è un concetto importante che ci aiuta a costruire la nostra integrità. L’integrità tra testa, cuore e istinto è un passo fondamentale per mettere ordine tra tante idee confuse. La vera maturità è accettare l’imperfezione e accettare soprattutto se stessi, nelle qualità e nei difetti che ci portiamo dentro. Possiamo dire di aver trovato un nostro equilibrio quando non dipendiamo più dagli altri e soprattutto quando ci manteniamo attivi e costruttivi anche davanti alle avversità. Come cita un famoso passo “la vita non è aspettare che la tempesta finisca ma imparare a ballare sotto la pioggia”. Se attendiamo che tutto vada per il verso giusto e che tutto si sistemi per sentirci felici allora ci sembrerà una felicità irraggiungibile. Anche le avversità e gli eventi negativi hanno in realtà senso di esistere poiché anche grazie agli errori si impara e ci si evolve. La vita, infatti, non è perfezione ma equilibrio e armonia e bisogna essere astuti nel vedere il bello e la meraviglia in tutte le cose.

La vita è una continua ricerca di equilibrio e l’importante è muoversi e non restare fermi e bloccati davanti agli insuccessi. E’ importante prendere con un pizzico di filosofia gli eventi e le circostanze, facendo in modo che non ci travolgano del tutto. E’ fondamentale imparare a mantenere la pazienza e la costanza nei nostri progetti e mettere impegno in ciò che facciamo e vogliamo realizzare. Con l’impegno, la costanza e la passione si può arrivare ovunque e il segreto è non disperare davanti alle difficoltà. Le difficoltà ci permettono di fortificarci e di costruirci una nostra identità. Quando superiamo un ostacolo abbiamo fatto un passo in più verso la nostra meta e dobbiamo cogliere gli ostacoli come occasioni per migliorarci. Non esistono vite perfette ma come ci suggerisce la filosofia giapponese bisogna saper cogliere il buono che c’è in ogni occasione.

Ogni viaggio che vale la pena compiere inizia sempre con un singolo passo e tutto sta nell’iniziare. Il coraggio e l’audacia riempiranno il tuo cammino in una serie di successi e di conquiste. Essere una brava persona, comportarsi nel rispetto degli altri e nel rispetto di se stessi è già grande parte del cammino che possiamo fare nella vita. L’importante è compiere del bene quando ci è possibile e non provocare dolori e tristezze negli altri che ci stanno intorno. Tutto ciò che piantiamo oggi è ciò che raccoglieremo domani e se seminiamo vento raccoglieremo tempesta. E’ giusto quindi diffondere il bene e tutto ciò che riceveremo sarà altrettanta positività e felicità.

3 sorprendenti teorie sull’amore e gli autori

Quali sono le emozioni positive e i [benefici]?

La (guida pratica) per persone tenere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.