Crea sito

Percorso per diventare psicologi: 4 tappe da seguire

Percorso per diventare psicologi: quali tappe da seguire?

Sogni di interpretare i comportamenti degli altri? Percorso per diventare psicologi da seguire

Molte persone sognano e desiderano fortemente di poter dare una spiegazione logica ad alcuni comportamenti apparentemente inspiegabili di amici, partner, parenti e conoscenti. Altri, invece, vorrebbero trovare una spiegazione razionale ad alcuni pensieri e dubbi esistenziali. In tutti questi casi ci è di grande aiuto la scienza della psicologia che si basa proprio sullo studio e sull’analisi dei comportamenti e dei pensieri che le persone fanno costantemente. Esiste anche un campo più specifico per i disturbi psichici, ovvero la psichiatria; in questo caso si fa ricorso alla medicina e alla specializzazione nel campo dei disturbi mentali.

Tutti si sentono un pò psicologi

Tutti noi, in base alle esperienze della vita, ci siamo fatti un’idea di come funzionano le relazione tra le persone, di come si interagisce nel proprio contesto di vita. Abbiamo imparato a distinguere, ad esempio, tra persone introverse ed altre più espansive. In ogni caso abbiamo elaborato una nostra psicologia ingenua che ci aiuta a destreggiarci nelle situazioni di vita più comuni.

Essere psicologi è un’altra cosa

Nonostante le nostre numerose esperienze personali e sociali può nascere la necessità di parlare e confrontarsi con persone esperte che ci aiutano ad interpretare meglio gli avvenimenti. In queste circostanze ci vengono in aiuto gli psicologi che sono professionisti che hanno seguito un lungo e impegnativo percorso di studi. Proprio grazie alla grande professionalità di queste persone noi possiamo trovare conforto e soluzioni a problemi che possono sembrarci a prima vista insuperabili.

Qual è il percorso per diventare psicologi da seguire?

Gli psicologi seguono uno specifico percorso di studi. Alcuni hanno frequentato un liceo psico-pedagogico grazie al quale hanno già acquisito numerose conoscenze nel campo della psicologia e pedagogia; in realtà, il  corso di studi in psicologia non è rivolto esclusivamente a chi ha frequentato un liceo pedagogico. Tutte le persone in possesso di un diploma di scuola superiore che apre al mondo universitario possono iscriversi alla facoltà di psicologia.

Primo step: laurea triennale in scienze psicologiche

Il primo step di un aspirante psicologo è quello di frequentare un corso di laurea triennale in scienze psicologiche. Questo corso di studi è disponibile nella maggior parte delle università statali ma da alcuni anni è entrato a far parte dell’offerta formativa di alcune università private, ovvero telematiche. Sono molto le università telematiche oggi riconosciute in Italia del MIUR (Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca); si possono, quindi, conseguire a queste università lauree completamente riconosciute e valide in Italia e all’estero.

Gli esami della laurea triennale

Durante i primi tre anni di studi si apprendono le basi della psicologia. In particolare si svolgeranno esami di psicologia generale, i quali danno una formazione di base nelle varie tematiche psicologiche andando ad affrontare anche la storia della nascita della psicologia.

Altro esame fondamentale è quello di psicologia dello sviluppo grazie al quale si vanno a studiare i vari autori che si sono occupati delle tappe evolutive dello sviluppo del bambino, tra questi ricordiamo: Piaget, Vygotskij, Bruner, Erickson, Freud ed altri.

Ogni autore utilizza un approccio diverso allo studio dello sviluppo mentale, come ad esempio l’approccio stadiale, l’approccio psicoanalitico, l’approccio cognitivo etc. L’esame di psicologia sociale o dei gruppi è un altro esame di base che dà una conoscenza di quelle che sono le dinamiche che si istaurano nel gruppo dei pari, a scuola, in famiglia, nel contesto lavorativo etc. La psicologia sociale studia, in particolare, le varie influenze ambientali e contestuali che formano gradualmente la persona.

percorso per diventare psicologi.

percorso per diventare psicologi.

Secondo step. Percorso per diventare psicologi: classi di lauree specialistiche

Un successo step da seguire nel percorso per diventare psicologi è quello della laurea specialistica. A seconda dei propri progetti e delle proprie preferenze di studi si può scegliere tra diverse classi di lauree che approfondiscono in maniera diversa la tematica psicologica.

Si può scegliere, ad esempio, una laurea specialistica in neuroscienze che va ad approfondire il funzionamento del cervello, le varie strutture che compongono il sistema nervoso e le modalità con cui queste strutture comunicano tra loro. Un altro tipo di laurea specialistica è ad esempio la specializzazione in psicologia del lavoro.

In questo corso di studi si approfondiscono le dinamiche psicologiche che nascono all’interno dei contesti lavorativi, puoi leggere anche Risorse umane e selezione del personale

Durante il percorso per diventare psicologi si può decidere anche di iscriversi ad una laurea specialistica in riabilitazione che approfondisce le tecniche con cui trattare problemi psichici e psichiatrici e come fornire supporto psicologico agli individui che soffrono di varie tipologie di disturbi.

Terzo step. Percorso per diventare psicologi: la fase del tirocinio

Una volta conseguita la laurea specialistica in una delle varie classi di lauree disponibili in Italia o all’estero è obbligatorio affrontare un tirocinio post-laurea. L’attività di tirocinio è indispensabile per apprendere le conoscenze sul campo e mettere in pratica gli studi fatti. Il tirocinio si può svolgere presso strutture pubbliche o private in cui un tutor monitora l’attività e rappresenta una guida per fornire aiuto e supporto nell’attività.

Quarto step del percorso per diventare psicologi

Un ultimo step da seguire per diventare a tutti gli effetti psicologi è quello dell’esame di stato che permette l’iscrizione all’albo degli psicologi della propria regione di residenza. L’esame di stato si svolge presso università pubbliche e consiste in una serie di prove scritte e orali.

Sono in commercio numerosi manuali che aiutano nella preparazione delle prove e costituiscono un approfondimento degli esami svolti. Una volta superato l’esame di stato con esito positivo avviene l’iscrizione all’albo che permette di svolgere a 360 l’attività di psicologo.

Con il titolo di professionista in psicologia, ovvero, psicologo si può lavorare sia in ambito pubblico che privato. Un professionista può scegliere di aprire uno studio privato e esercitare la sua libera professione. In alternativa si possono fare domande o concorsi presso enti pubblici, come ad esempio l’Asl. In qualsiasi contesto la professione di psicologo è una professione di aiuto che comporta una certa responsabilità. E’ fondamentale eseguire il proprio lavoro con professionalità, serietà e impegno per fornire reale sostegno alle persone bisognose.

percorso per diventare psicologi.percorso per diventare psicologi.

Psicologia dell’emergenza: cos’è e di cosa si occupa

Principi della psicologia della Gestalt: una corrente interessante

Il potere curativo della creatività

La capacità di prestare attenzione, un processo complesso?

https://it.wikipedia.org/wiki/Psicologia

Pubblicato da Silvana Santospirito

Amante della scrittura e della psicologia; animalista che crede fortemente nei diritti di tutti gli esseri viventi; amante anche della musica, in particolare del pianoforte. Laureata in scienze dell'educazione e della formazione e laureanda in scienze pedagogiche. Spero di trasmettere positività e buon umore attraverso gli articoli di questo blog.