Legame tra madre e figlio: 5 punti essenziali

5/5 - (1 vote)

Legame tra madre e figlio: 5 punti essenziali

Esiste un legame tra madre e figlio indissolubile. La bellezza di questo legame è difficile da esprimere con le parole. Nonostante questo individuiamo 5 punti essenziali del legame tra madre e figlio in questo articolo:

legame tra madre e figlio

Difronte a una difficoltà la madre mette in campo tutte le sue forze

Nel legame tra madre e figlio una madre non si perde mai d’animo e fronteggia le difficoltà con tutta la sua forza e il suo vigore. Una madre sufficientemente buona riesce a accogliere dentro di sé tutte le paure e le ansie del figlio. Una madre è in grado di trasformare le paure in speranza e serenità. Secondo lo psicologo Donald Winnicott (1896-1971) una madre è sufficientemente buona quando riesce a essere presente a livello affettivo e sa dare le cure necessarie e le adeguate attenzioni al momento giusto.

Il ruolo della madre è un ruolo affascinante perché lei è una persona che ha imparato a prendersi cura di se stessa a 360 gradi. In questo modo riesce a dare attenzioni e a prendersi cura del figlio. Infatti, il bambino è un essere dipendente sotto tutti gli aspetti quando è neonato. Il bambino è bisognoso di amore e di cure essenziali. Grazie al suo aspetto tenero e delicato il bambino riesce a ottenere le attenzioni che cerca. Qualsiasi rapporto umano è uno scambio reciproco e tra madre e figlio lo scambio è particolarmente ricco.

E’ importante che la madre sia empatica nel rapporto con il figlio

La madre empatica è una madre che sa fermarsi ad ascoltare. Infatti, la mamma riesce a comprendere quali sono i disagi del bambino e sa capire le richieste nascoste dietro ad uno sguardo. La mamma sa riconoscere quando il figlio è triste ed è attenta e vigile. Inoltre, trova le parole giuste per risolvere le paure e le angosce del bambino. La mamma sa adattare il suo linguaggio all’età e alle capacità del bambino. La madre empatica prova amore autentico. Infatti, grazie alla sua maggiore esperienza, insegna al bambino l’arte della vita e lo nutre di emozioni positive.

legame tra madre e figlio

La madre sa trovare le parole giuste

Quando la madre parla con il suo bambino riesce a trovare le parole giuste e usa un tono adatto e affettuoso. Infatti, riesce a trasmettere amore e sicurezza al bambino e riesce a consolarlo nei momenti difficili. Il sostegno della madre è essenziale per la crescita del bambino. Infatti, un bambino che ha ricevuto le giuste attenzioni a livello affettivo sarà un adulto forte. La mamma sa anche quando è il momento di lasciare degli spazi di libertà al bambino. In questo modo permette al bambino di sperimentare il mondo.

L’affetto svolge un ruolo centrale nel rapporto tra madre e figlio

L’affetto svolge un ruolo fondamentale e cruciale. Il viso della mamma è uno dei primi visi che il bambino memorizza. Infatti, anche le espressioni facciali hanno la loro importanza. Un viso disteso e sereno trasmette fiducia e tranquillità al piccolo. In questo modo la madre contiene tutte le paure e le ansie del figlio. Una madre che trasmette sicurezza permette al figlio di sentirsi sicuro e di sviluppare l’autostima. Gli scambi di affetto sono momenti che il bambino porterà sempre con sé.

La madre riesce a trasmettere sicurezza e fiducia

Nel rapporto tra madre e figlio è la mamma che trasmette la sicurezza e la fiducia. I bambini sono come spugne e assorbono tutto ciò che vedono e sentono. Una madre sufficientemente buona è in grado di portare pace e serenità nella vita del figlio. Tutto questo è possibile se la madre è attenta e pronta a rispondere ai suoi bisogni. Una madre responsiva è pronta ad accogliere le necessità del bambino e a  restituire calore, sicurezza e fiducia. La madre sufficientemente buona teorizzata da Winnicott è, quindi, una madre particolarmente empatica e responsiva.

legame tra madre e figlio

https://it.wikipedia.org/wiki/Donald_Winnicott#La_madre_sufficientemente_buona

Il punto di vista di Donald Winnicott

Secondo Donald Winnicott la crescita di un figlio può essere sana se la madre è una presenza costante e attenta. Il neonato ha bisogno dei genitori per la sua sopravvivenza. Tutte le tappe della crescita devono essere accompagnate con estrema premura.

La madre deve accogliere e custodire scrupolosamente il figlio. La madre non deve fornire solo nutrimento (che è sicuramente essenziale) ma deve dare anche amore e contenimento delle paure. Il neonato tollera con difficoltà le ansie e le angosce e la madre deve intervenire a contenerle.

Un buon genitore riesce a cogliere i segnali della fame, del sonno, un malessere, i bisogni di affetto e carezze. La madre che percepisce e risponde attivamente ai bisogni del figlio è una madre sufficientemente buona. Infatti, la madre deve proteggere il bambino dai pericoli esterni. La madre deve anche saper manipolare bene il bambino. Quindi, deve essere abile a tenere in braccio in modo sicuro e attento. Le braccia della madre tengono lontano il bambino dallo stress.

Soltanto con una madre sufficientemente buona, come indicato da Winnicott, il bambino potrà crescere bene e in buona salute fisica e psicologica. In questo modo il bambino è protetto dai pericoli e non sento la frustrazione perché tutti i suoi bisogni vengono accolti. Così, il bambino può crescere sano e sereno e potrà diventare un adulto con una buona autostima e con un senso di protezione e sicurezza. Donald Winnicott ha teorizzato in questo modo sorprendente la madre migliore per un bambino. Così tutte le tappe della sua crescita saranno affrontate nel modo corretto.

A cosa serve la teoria di Winnicott sul legame madre-figlio

La maternità: (cosa succederà)?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.