La teoria dell’evoluzione di Charles Darwin: (guida completa)

Rate this post

La teoria dell’evoluzione di Charles Darwin

Darwin: il primo a trasformare la natura in scienza

Charles Darwin (1809) fu il primo che trasformò i problemi della natura in teorie scientifiche. Secondo lo scienziato le risorse del pianeta sono limitate e per questo si crea una competizione tra le diverse specie e tra tutti gli esseri viventi.

L’esempio della giraffa e degli uccelli

L’esempio più noto è quello delle giraffe. Quelle che nascevano con il collo più lungo si riproducevano di più e sopravvivevano maggiormente. Questo perché le giraffe con il collo più lungo riuscivano ad arrivare meglio all’altezza degli alberi e quindi a procurarsi il cibo.

La teoria dell’evoluzione di Darwin nasce come una serie di ipotesi e parte da una serie di osservazioni sistematiche. Un altro esempio è quello del becco degli uccelli. Anche pochi millimetri di lunghezza in più del becco degli uccelli portava la specie a riprodursi maggiormente. Questo perché gli uccelli col becco più lungo sopravvivevano ai periodi di siccità.


La contrapposizione tra biologia e cultura

Per quanto riguarda una persona si può affermare che il suo comportamento non dipende soltanto dalla sua lunga storia evolutiva, ma anche dalla storia della cultura in cui l’uomo vive e si sviluppa.

Questo ci porta a dire che la contrapposizione tra natura e cultura non esiste e non vi è priorità dell’una sull’altra. La cultura cambia di continuo e sempre più velocemente e può cambiare in anni o decenni. Diverso è invece per la natura. Il tempo necessario affinché un organismo di una specie complessa come quella dell’uomo possa effettuare dei significativi cambiamenti possono essere migliaia di anni.

Secondo la teoria di Darwin esiste una vera e propria lotta per l’esistenza dovuta proprio alla diversità tra gli individui delle specie. Quando una specie riesce a prevalere su un’altra allora questa specie sopravvive ed evolve. Questo significa che in una specie esistono individui più deboli ed altri più forti che riescono meglio ad adattarsi ai cambiamenti dell’ambiente in cui vivono e si riproducono.

Lo sviluppo mentale: cultura o biologia? 1 Teoria di Lev Semenovic Vygotskij

5 motivi per capire perché la FILOSOFIA è nata in GRECIA

Come si riconosce la bellezza negli esseri umani

Il romanticismo in filosofia, verso l’infinito

Silvana Santospirito

Pedagogista, educatrice professionale. Appassionata di cultura generale e aggiornamento. Scrivo per pensare e penso per scrivere, così vengono fuori i miei articoli. La scrittura è espressione dell'anima. Esprimersi sempre, reprimersi mai.

Ti potrebbe interessare anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.