Crea sito

La filosofia di PITAGORA: 1 filosofo magico

forester triangle 2921203 640

La filosofia di PITAGORA

Pitagora il filosofo magico

Pitagora è considerato il più grande filosofo magico dell’antichità. Pitagora nasce a Samo, ma presto si trasferisce in Magna Grecia a Crotone. Era, quindi, in realtà italiano.

A Crotone fonda una sua scuola, la scuola Pitagorica. Non si tratta di una scuola come la vediamo oggi ovvero una scuola moderna, ma si tratta di una comunità. In questa comunità si seguivano le regole del maestro, si mangiava insieme, si studiava insieme ecc.

Com’è organizzata la scuola Pitagorica

Vi erano nella scuola delle regole e dei riti precisi. Una regola particolare è ad esempio che non si potevano mangiare le fave. Si svolgevano numerosi riti religiosi di purificazione, come per esempio il digiuno.

Pitagora credeva nella metampsicosi: la rincarnazione delle anime. Egli era in grado di digiunare per mesi e credeva in alcuni suoi superpoteri, per esempio poteva calmare le bestie feroci. I rituali di purificazione servivano a non far rincarnare l’anima in nuovi corpi, che potevano essere per esempio affetti da malattie.

La purificazione dell’anima e l’archè secondo Pitagora

Uno dei modi per purificare l’anima era studiare in maniera disinteressata e dare risposte ragionevoli sul mondo. Qual è l’archè per Pitagora? Per Pitagora l’archè sono i numeri. Tutto è misurabile e tutto ha delle proporzioni, anche il nostro stesso corpo ha un’armonia legata a rapporti numerici. Anche la musica, il moto dei pianeti, le stagioni ecc. hanno una regolarità.

La sua posizione non è molto diversa dalla nostra attuale; il colore, ad esempio, può avere caratteristiche sia qualitativa che quantitative. Nei suoni Pitagora cerca rapporti legati al tempo, alla cadenza, alla velocità.

Il 3 il numero perfetto

Anche noi riconduciamo i suoni ai numeri. Per Pitagora i numeri sono solo quelli naturali, interi, escluso lo 0. Per Pitagora il numero 3 è rappresentato dal triangolo e le conseguenze sono filosofiche e razionali e non matematiche.

La realtà è duale e il mondo è diviso in coppie di opposti. Esistono, quindi, realtà positive e realtà negative.

Se il numero è l’archè esso deve suggerire delle relazioni, delle interpretazioni simboliche. Per esempio per il filosofo il 10 è il numero perfetto.

La teoria Pitagorica

I Pitagorici inventano una nuova teoria Pitagorica, secondo la quale la natura è regolare e costante. Se io alzo gli occhi alle stelle di notte, vedrò cose cose che si comportano in maniera ordinata, razionale e predicibile.

I Pitagorici studiano il cosmo, questa parte ordinata e da qui nasce la cosmologia. Secondo i Pitagorici i pianeti erano 10 ed erano sferici. Considerano il mondo come eliocentrico, ovvero il sole si trova al centro dei pianeti.

Nella filosofia pitagorica molti elementi razionali e filosofici sono commisti a elementi che non lo sono.

Pitagora aveva due strade da seguire: rivedere l’archè (i numeri) o capire perché certi numeri sono irrazionali. Lui reagisce proibendo l’insegnamento di questa verità e negando e nascondendo la verità e questo non è un atteggiamento filosofico.

 

teoria pitagorica. Pitagora.

La nascita e le origini della filosofia in Grecia

L’opera il Convivio di DANTE ALIGHIERI in sintesi

COME studiare al MEGLIO all’università: 3 consigli

Pubblicato da Silvana Santospirito

Amante della scrittura e della psicologia; animalista che crede fortemente nei diritti di tutti gli esseri viventi; amante anche della musica, in particolare del pianoforte. Laureata in scienze dell'educazione e della formazione e laureanda in scienze pedagogiche. Spero di trasmettere positività e buon umore attraverso gli articoli di questo blog.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.