Crea sito

La civiltà dell’EGITTO: 1 storia antica

tutankhamun 1038544 640

La civiltà dell’EGITTO:1 storia antica

L’Egitto è un dono del Nilo

L’Egitto, secondo la definizione del grande storico Erodoto è un “dono del Nilo”; esso infatti è attraversato da nord a sud dal fiume Nilo che d’estate, durante il periodo delle piogge equatoriali è soggetto a grandi piene e inonda i deserti circostanti.

Verso la fine dell’estate il Nilo si ritira e lascia sul terreno una sostanza fertilissima, il limo, che consente abbondanti raccolti.

L’Egitto e la monarchia del faraone

Nell’Antichità si era soliti suddividere l’Egitto in due parti: l’Alto Egitto e il Basso Egitto. Gli abitanti dell’Egitto, gli Egiziani, furono un popolo di stirpe camitica.

L’Egitto era una monarchia a carattere divino e il capo dello stato era il faraone, che esercitava un potere assoluto ed era considerato una divinità.

Era il re-Dio a garantire l’ordine dell’universo e attraverso di lui il mondo terreno era collegato al regno degli Dei e a quello dei morti.

Il grande palazzo reale era il centro della vita politica ed amministrativa dello stato: era il tempio e l’abitazione, la cancelleria e il magazzino dei tesori reali.

La società egiziana e le caste

La società egiziana era divisa in caste:

  • I sacerdoti: la classe più potente e privilegiata
  • I guerrieri o nobili: che ricoprivano importanti ruoli militari
  • Il popolo: costituito da contadini, artigiani, mercanti
  • Gli schiavi: solitamente prigionieri di guerra

Figura particolarmente importante nella civiltà egiziana era lo scriba, ovvero colui che conosceva la scrittura.

L’economia egiziana

L’economia egiziana si basava soprattutto sull’agricoltura, nell’ambito della quale venne raggiunto un alto grado tecnologico . Coltivazione particolare fu quella del papiro, dalla cui fibra si ricavava la carta da scrivere.

Sviluppate furono anche le attività industriali e l’attività commerciale.

La diffusione della scrittura nella civiltà egiziana

La scrittura si diffuse in Egitto intorno al 3000 a.c. e veniva espressa in caratteri geroglifici: ovvero segni sacri incisi e aveva un carattere pittografico.

La cultura era privilegio delle classi superiori e in particolare dei sacerdoti. La più coltivata delle arti fu l’architettura: gli Egizi costruirono piramidi, la Sfinge, gli obelischi, i templi ecc.

Fu praticata anche la scultura e la pittura. Venivano scolpite statue di faraoni e di divinità.

La religione egiziana

La religione Egizia fu un politeismo naturalistico e le divinità principali erano: Osiride, Iside, il loro figlio Horus. Gli Egiziani credevano nella vita nell’aldilà e dopo la morte i cadaveri venivano mummificati con grande accuratezza, consentendo la conservazione dei loro corpi per migliaia di anni.

 

faraone.  Egitto.

Storia: le età antiche, la preistoria

1 storia di depressione: il foglio bianco di Angie

Da dove nasce Passione Psicologia

Storia: le età antiche, la preistoria

Pubblicato da Silvana Santospirito

Amante della scrittura e della psicologia; animalista che crede fortemente nei diritti di tutti gli esseri viventi; amante anche della musica, in particolare del pianoforte. Laureata in scienze dell'educazione e della formazione e laureanda in scienze pedagogiche. Spero di trasmettere positività e buon umore attraverso gli articoli di questo blog.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.