Warning: Uninitialized string offset 0 in /membri/scienzedelleducazione/wp-content/plugins/seo-by-rank-math/vendor/mythemeshop/wordpress-helpers/src/helpers/class-str.php on line 235
Il Sostegno Di Altri In Tempi Stressanti Può Alleviare L'impatto Del Rischio Di Depressione Genetica » Passione Psicologia

Il sostegno di altri in tempi stressanti può alleviare l’impatto del rischio di depressione genetica

Rate this post

Il sostegno di altri in tempi stressanti può alleviare l’impatto del rischio di depressione genetica

Aiutare una persona quando è sotto stress è sempre una buona idea. Ma un nuovo studio suggerisce che il supporto potrebbe essere particolarmente importante per qualcuno il cui corredo genetico li rende più propensi a sviluppare la depressione. Lo studio mostra l’importanza del sostegno sociale nel tamponare il rischio di sviluppare i sintomi della depressione in generale, utilizzando i dati di due gruppi molto diversi di persone sotto stress: i nuovi medici nell’anno di formazione più intenso e gli anziani i cui coniugi sono morti di recente.

Ma l’effetto maggiore è stato osservato in coloro che avevano la maggior variazione genetica che aumentava il rischio di depressione. Il documento utilizza una misura del rischio genetico chiamata punteggio di rischio poligenico, che si basa su decenni di ricerca su quali minuscole variazioni in geni specifici sono collegate al rischio di depressione. Rispetto alle persone nello studio che avevano bassi punteggi di rischio poligenico di depressione, i medici e le vedove con punteggi di rischio più elevati avevano tassi di depressione più elevati dopo aver perso il supporto sociale, ma avevano anche tassi di depressione più bassi quando ottenevano supporto sociale durante periodi di stress.

Lo studio, pubblicato sull’American Journal of Psychiatry da un team dell’Università del Michigan, suggerisce che si potrebbe fare di più per indirizzare il sostegno sociale a coloro che possono trarne maggior beneficio.

Geni, stress e connessione sociale “I nostri dati mostrano un’ampia variabilità nel livello di supporto sociale che le persone hanno ricevuto durante questi periodi di stress e come è cambiato nel tempo”, ha detto la prima autrice Jennifer Cleary, MS, una studentessa di dottorato in psicologia alla UM che sta facendo la sua ricerca con l’autrice senior Srijan Sen, M.D., Ph.D., della UM Medical School. “Speriamo che questi risultati, che incorporano punteggi di rischio genetico e misure di supporto sociale e sintomi depressivi, illuminino le interazioni gene-ambiente e in particolare l’importanza della connessione sociale nel rischio di depressione”.

Sen, che è il direttore dell’Eisenberg Family Depression Center e professore di psichiatria e neuroscienze, aggiunge che anche se la ricerca genetica rivela più variazioni del DNA legate alla vulnerabilità alla depressione, è fondamentale imparare come quella variazione porti alla depressione. “L’ulteriore comprensione dei diversi profili genetici associati alla sensibilità alla perdita di supporto sociale, al sonno insufficiente, allo stress lavorativo eccessivo e ad altri fattori di rischio potrebbe aiutarci a sviluppare una guida personalizzata per la prevenzione della depressione”, ha affermato.

“Nel frattempo, questi risultati ribadiscono quanto siano importanti le connessioni sociali, il sostegno sociale e la sensibilità individuale all’ambiente sociale come fattori di benessere e prevenzione della depressione”. Popolazioni diverse, modelli simili Il nuovo studio ha utilizzato i dati di due studi a lungo termine che catturano entrambi dati genetici, sull’umore, sull’ambiente e altri dati da popolazioni di individui partecipanti.

hd wallpaper gd165ec71e 640

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *