Crea sito

Il periodo dell’IDEALISMO in filosofia, i 3 principali filosofi

man 2546107 1280

Il periodo dell’idealismo in filosofia

Fichte, Schelling e Hegel (massimi esponenti dell’Idealismo)

Sul finire del Settecento in Germania si affermò il Romanticismo che si contrapponeva all’Illuminismo che aveva la sua fede centrata sulla ragione. Il Romanticismo dalla Germania si estese velocemente a tutto il resto dell’Europa e alla base di questa corrente vi era la passione, la fantasia, il sentimento e tutto quello che non era prettamente razionale.

Lo sturm und Drang (tempesta ed impeto) già nella seconda metà del Settecento si mosse come movimento che contestava la concezione dell’uomo visto come completamente soggetto alla ragione.

L’io come creatore del mondo: idealismo

A questo clima di insofferenza generale dovuto a un razionalismo che voleva spiegare tutto attraverso la ragione, ci si oppose contro il pensiero Kantiano che vedeva l’io come legislatore dell’universo. L’io, invece, è creatore del mondo e attraverso una continua tensione verso l’infinito si pone dei limiti e cerca di superarli.

In questa nuova concezione si cerca sempre un superamento dei limiti e della realtà e si crea una nuova visione della ragione e della storia.

Differenza tra Illuminismo e Romanticismo

(https://it.wikipedia.org/wiki/Illuminismo)

L’Illuminismo aveva appiattito il passato oscurandolo mentre il Romanticismo rivalutò e ristudiò la storia e secondo il Romanticismo e la nuova visione della storia lo Spirito si trova in un progressivo realizzarsi e la ragione ha il compito di ricostruire il processo storico.

man

 

 

 

 

Il Romanticismo rivalutò anche la ragione dopo la condanna che le venne pronunciata nel secolo dei Lumi. La religione, l’arte, la filosofia e anche la natura sono delle realizzazioni dello Spirito nel suo divenire.

Schiller e lo Sturm und Drang

Il filosofo Friedrich Schiller fu tra i promotori dello Sturm und Drang e non accettava che alla libertà dell’io si opponeva la necessità del mondo fenomenico (come teorizzato da Kant nel periodo dell’Illuminismo).

Questa filosofia che si sviluppò in Germania nel periodo del Romanticismo prese il nome di Idealismo e vedeva, quindi, la realtà come un principio ideale, spirituale. I principali esponenti dell’idealismo erano: Fichte, Schelling e Hegel. L’idealismo vedeva l’Io e lo Spirito come un’infinita attività creatrice.

idealismo in filosofia.

Il periodo precritico di Immanuel Kant

L’arte della felicità secondo tre antichi filosofi

Come essere felici? 1 idea di felicità e benessere dagli antichi filosofi

L’educatrice risponde ai tuoi perchè! Prova gratuitamente

Pubblicato da Silvana Santospirito

Amante della scrittura e della psicologia; animalista che crede fortemente nei diritti di tutti gli esseri viventi; amante anche della musica, in particolare del pianoforte. Laureata in scienze dell'educazione e della formazione e laureanda in scienze pedagogiche. Spero di trasmettere positività e buon umore attraverso gli articoli di questo blog.