Perché ho bisogno di affiliazione e attaccamento

people gdb04ae7f4 640
Rate this post

Il bisogno di affiliazione e attaccamento

Il nostro bisogno di affiliazione corrisponde al bisogno di stare vicino agli altri e di essere appartenenti ad un gruppo. Lo stare vicino agli altri riduce la nostra sensazione di ansia e ci permette ci confrontare i nostri vissuti emotivi. Trascorrere tutta la vita in solitudine può infatti portare a vissuti di ansia e depressione e l’isolamento rende l’individuo pauroso e triste.

Il sentirsi soli è tra le cause oggi di maggiore infelicità e i vissuti di solitudine aumentano ogni giorno di più. Non esiste più da decenni quella forte coesione tra le famiglie, quel forte legame di sangue e di appartenenza. Le famiglie sono sempre più divise e la posizione autocentrata dell’individuo è sempre più forte. Si pensa molto a se stessi, ai propri risultati e obiettivi. Talvolta, però, ci si trova da soli davanti alle sconfitte e questo provoca molto sconforto.

Appartenenza e attaccamento

Tra i nostri bisogni fondamentali vi è proprio quello dell’appartenenza, ovvero quel senso di sicurezza che deriva dal far parte di un ambiente adeguato e confortante. Le persone che ci sono vicine sono dei punti di riferimento importanti e abbiamo sempre bisogno di confrontarci e di sentirci amati e accettati. Questo bisogno è uno di quelli più primitivi e risale proprie alle origini della propria esistenza.

Il bambino quando nasce ha bisogno della vicinanze delle persone più significative, la madre e il padre, soprattutto per il proprio sostentamento fisico ma non soltanto. Il bisogno di affetto e cure è alla base per un’esistenza serena e in salute. Il bambino senza affetto e senza attenzione di una persona che si prende cura di lui non potrebbe sopravvivere.

La salute mentale di ogni individui trae le sue radici proprio da questa fase delicata della vita che è la primissima infanzia. In questa fase si gettano le basi per la salute futura del piccolo.

Essere accettati dal gruppo di appartenenza ha una fondamentale importanza per quanto riguarda l’autostima ed è una base da cui partire per esplorare il mondo circostante. Sentirsi amati è poi un bisogno affettivo di base che ha radici proprio nell’infanzia e da cui poi si sviluppa tutta la vita emotiva e cognitiva della persona.

Appartenere, sapere di essere supportati e riconoscersi nell’altro sono bisogni fondamentali e la presenza dell’altro nella nostra esistenza è motivo di felicità e sicurezza. Abbiamo bisogno di riconoscerci e per farlo necessitiamo della presenza degli altri individui della nostra specie che ci danno un feedback e stimoli importanti per la nostra sopravvivenza e per la nostra esistenza emozionale. 

Quando ci troviamo con le altre persone abbiamo la possibilità di esprimerci, di dialogare e di essere riconosciuti. Il bisogno di riconoscimento è molto radicato tra noi e tutti sentiamo di doverci affermare all’interno di un contesto di  vita. Il sentirsi affermati e realizzati è un altro dei nostri bisogni necessari ed esistenziali che ci fanno sentire bene con noi stessi e con gli altri.

L’origine di questo bisogno nasce proprio dalla fase di attaccamento infantile con la propria madre. L’attaccamento ha infatti lo scopo di proteggere il piccolo dalle minacce e dai pericoli dell’esterno. La madre è uno scudo, impedisce che il piccolo venga colpito da paure e angosce nella sua esperienza di scoperta del mondo esterno.

Questo attaccamento si esprime in comportamenti come: seguire la propria madre, ricercare la sua attenzione e il suo affetto, utilizzarla come punto di riferimento.

Questo legame con la madre continua ad esistere anche in assenza di lei, sempre se l’ambiente lo permette e vi è una figura sostitutiva adeguata. Per approfondimenti riguarda il legame di attaccamento si rimanda ad un articolo molto dettagliato —> Stili di attaccamento secondo Bowlby: una nota teoria BOWLBY: la BASE SICURA per il bambino

In questi articoli sono spiegati con esattezza e con rigorosità scientifica cosa si intende con attaccamento e per base sicura.

people gdb04ae7f4 640

Perché può essere utile la filmterapia, quali vantaggi

Come si affronta una separazione?

Lo sviluppo del bambino secondo Jean Piaget

Impara ad essere tu il padrone di te stesso

Pubblicato da Silvana Santospirito

Amante della scrittura e della psicologia; animalista che crede fortemente nei diritti di tutti gli esseri viventi; amante anche della musica, in particolare del pianoforte. Laureata in scienze dell'educazione e della formazione e laureanda in scienze pedagogiche. Spero di trasmettere positività e buon umore attraverso gli articoli di questo blog.