COME faccio a gestire le EMOZIONI : 4 consigli utili

COME faccio a gestire le EMOZIONI : 4 consigli utili
5/5 - (1 vote)

COME faccio a gestire le EMOZIONI : 4 consigli utili

Perché le EMOZIONI sono importanti:

Le emozioni sono una componente della nostra psiche e della nostra anima. Sono importanti soprattutto perché ci fanno vivere, ci insegnano a sognare e, quando esso sono positive, ci aiutano a realizzare i nostri desideri. Le emozioni sono il nutrimento della nostra mente e ne abbiamo bisogno per condurre una vita più ricca e più soddisfacente.

Le emozioni, purtroppo, non sono sempre positive e non sono sempre emozioni piacevoli e tranquille. Può capitare che le emozioni si sprigionano dal nostro interno quasi come un cavallo impazzito, creando in noi panico e disorientamento.

Sia le emozioni positive che quelle negative devono essere in qualche modo gestite correttamente. Il controllo sulle emozioni è un’azione che può risultare complicata, soprattutto quando si tratta di rabbia, rancore, dispiacere, tristezza, euforia, spavento ecc.

Per questo voglio darti dei piccoli e semplici consigli per gestire al meglio le tue emozioni e per imparare a controllarle, in veste di educatrice e pedagogista:

1.Rifletti! Aspetta un attimo prima di mettere in atto la tua reazione. Quando ricevi una brutta notizia che può provocarti rabbia o dispiacere impara e pesare bene la tua reazione.

Appena riceviamo una notizia spiacevole tendiamo, in un primo momento, a ingigantire l’avvenimento poiché veniamo colti alla sprovvista e questo ci provoca reazioni incontrollate. Quindi, impara ad attendere un attimo prima di reagire…conta fino a 100! Una reazione può essere spropositata se prima non si riflette bene sulla causa effettiva che l’ha scatenata.

2.Impara a controllare gli impulsi. Il controllo degli impulsi è qualcosa che si apprende crescendo e che durante l’infanzia e l’adolescenza è poco sviluppata e ancora non è del tutto appresa.

Si impara! Si impara con il tempo e l’esperienza a diventare più riflessivi, a fermarsi a riflettere prendendosi del tempo. Essere impulsivi può creare disagi e incomprensioni con le persone che ci sono vicine, ma con un pò di “ginnastica” si impara a gestire meglio gli impulsi che provengono dall’interno.

3.Datti del tempo per elaborare l’emozione che ti sta attraversando. Un dispiacere, per esempio, può apparire grande e insuperabile in un primo momento, ma poi il tempo è un medico che sa curare ogni ferita e può attenuare il tuo dolore.

Il tempo è fondamentale, il tempo è maestro e sa darti le risposte giuste solo dopo che ne è trascorso un pò. Per elaborare un’emozione può essere utile parlarne con persone fidate e perchè no, anche con un medico specializzato.

4.Ricorda che l’emozione è passeggera quindi pesa bene l’importanza che hai intenzione di attribuirle! Se si tratta di un’emozione positiva conserva il suo ricordo più che puoi, ma quando è negativa sappi che non durerà all’infinito…nulla è interminabile, ma tutto passa.

Quando ti senti arrabbiato, ricorda che quella rabbia andrà a scemare e che tutto poi ritornerà al suo posto. Non lasciarti vincere dalle emozioni negative e anziché subirle cerca di diventare il loro padrone. Devi innanzitutto riconoscere l’emozione e poi attribuirle un valore senza esagerare, cerca di non ingrandire le situazioni e prenditi del tempo per vedere le cose con lucidità!

 

emozioni. gestire le emozioni.

La paura è 1 delle più antiche emozioni umane

Significato e importanza delle emozioni

L’intelligenza emotiva di Daniel Goleman: fare un passo verso se stessi e gli altri

Pubblicato da Silvana Santospirito

Amante della scrittura e della psicologia; animalista che crede fortemente nei diritti di tutti gli esseri viventi; amante anche della musica, in particolare del pianoforte. Laureata in scienze dell'educazione e della formazione e laureanda in scienze pedagogiche. Spero di trasmettere positività e buon umore attraverso gli articoli di questo blog.