Benessere personale

Risorse per aiutarti ad amare la vita

Ama la vita più della sua logica

meno ragionamento, meno giudizio e vivere di più

Ci sforziamo continuamente di cercare un senso a tutte le cose che ci accadono. Pensiamo che saremo felici solo quando avremo ottenuto la promozione sul lavoro o una nuova casa. Abbiamo la tendenza a ragionare su tutto e dare un giudizio su ogni cosa che ci capita.

Tutto questo ragionare può trasformarsi in ossessione. C’è chi si ossessiona per l’ordine, chi per la pulizia, chi per il lavoro ecc. Tutta questa pesantezza mentale è in realtà inutile. Bisogna imparare piuttosto ad amare la vita più della sua logica. Amarla per ciò che è, per gli alti e bassi, per le cose che non comprendiamo, per quello che ci ferisce.

possiamo trovare la bellezza e la speranza di vivere anche nelle difficoltà

La vita è bella sempre, anche quando appare tormentata o complicata. Usare sempre ragionamenti logici nella speranza di dare una spiegazione a tutto ci complica tanto l’esistenza e spesso non riusciamo neanche a capirne il vero senso.

imparare ad amare la vita anche nelle avversità

L’unico senso che possiamo dare alla vita è di amarla anche nelle avversità, nel buono e nel cattivo tempo. Bisognerebbe imparare a ragionare meno sulla vita e pensare maggiormente a viverla. Soltanto quando ci troviamo nel pieno del nostro vivere, senza farci troppe domande, arrivano quelle risposte che tanto cercavamo.

smetterla di cercare uno scopo a tutto, ma vivere di più

In fondo vivere non deve avere necessariamente un senso e uno scopo preciso, ma il vero scopo nell’esistenza è essere felici. Quindi è forse il caso di fare meno ragionamenti, usare meno logica e vivere più emozioni, senza un doveroso perché.

Ama la vita più della sua logica, solo allora ne capirai il senso. Fedor Dostoevskij

Il grande Dostoevskij ci aveva visto bene e aveva centrato in pieno la verità, perché tanto un senso a tutto non può essere sempre trovato.

L’opera “VITA NOVA” di Dante Alighieri

Il potere curativo della creatività: 1 cervello creativo è un cervello vincente

Nuovi rischi psicologici legati a YouTube: una vita attiva e reale è più appagante

La migliore sfida per essere più gentile con te stesso

Sii gentile con te stesso, ne gioverà il tuo cuore e la tua mente

essere gentili verso gli altri ma non dimenticarsi mai di se stessi

Molti pensano che è importante soprattutto essere gentili con gli altri e mostrarsi sempre ottimisti e disponibili. Sicuramente questo è un atteggiamento positivo che può portare ad avere numerose amicizie ed essere particolarmente apprezzati. Ma quanto ti apprezzi tu? Quanto sai essere gentile con te stesso?

quanti ostacoli mettiamo sul nostro cammino? 

Molto spesso accade che noi siamo proprio i peggiori nemici della nostra storia e ci creiamo ostacoli e mettiamo pietre sul nostro cammino. Come avviene tutto ciò? Bene, dimentichiamo di essere gentili innanzitutto con noi stessi. Per quanto possano essere importanti gli altri noi siamo la persona con cui dobbiamo convivere per tutta la nostra esistenza. Alla base di questa convivenza dovrebbe esserci una buona dose di gentilezza e premura.

quanto sei bravo ad apprezzarti?

Sei più bravo a criticarti o ad apprezzarti? Le persone che tendono a criticarsi spesso e a demonizzarsi sono quelle più inclini a sviluppare problematiche di depressione, ansia e angosce. Per evitare che accada tutto questo fatti delle domande e cerca di comprendere quanta compassione e amore provi nei tuoi confronti sia nei momenti positivi che in quelli difficili. E’ proprio nei momenti più difficili che dobbiamo essere bravi ad amarci e forse è proprio da quei momenti che si impara a farlo.

impara ad apprezzare il tuo lato oscuro senza giudicarlo

Esercitare la gentilezza nei proprio confronti vuol dire non auto sabotarsi, non essere eccessivamente critici e essere comprensivi e più leggeri verso le proprio debolezze. Può sembrare semplice, ma per molti questa è una vera impresa. Molte persone, infatti, tendono a schiacciarsi, a vedere soltanto i lati oscuri della propria persona e così facendo cadono in uno stato di tristezza e impotenza.

La nostra mente può sempre essere rieducata a pensare in maniera differente ed avere un pensiero positivo verso di sé ogni giorno può essere la vera soluzione a molte sofferenze del cuore e della mente.

Forse la vera saggezza si raggiunge solo ad una certa età e la vita dovrebbe essere vissuta al contrario. Più andiamo avanti e più ci rendiamo conto di quanto sia importante imparare a capirsi senza fossilizzarsi sulle proprie sconfitte e sui propri difetti. Si impara, con il tempo, ad amarsi un pò di più e a fare delle proprie debolezze una virtù e una cosa di cui andare fieri.

Animali domestici e salute del cuore: una ricerca recente

Prima di voler accontentare gli altri, impariamo ad accontentare noi stessi

La forza morale delle donne sta nella loro grandezza

L’opera “VITA NOVA” di Dante Alighieri

Approvato: la vita è adesso e non devi attendere

Non essere in attesa di vivere, ma fallo adesso

atteggiamento comune è quello di rimandare la felicità e il vivere presente

Molte persone credono che attendere qualcosa che deve accadere è un giusto atteggiamento e così facendo rimandano la felicità e il vivere presente.

attendere può essere lungo ed estenuante

Le attese possono essere lunghe ed estenuanti e per molti sono anche alquanto frustranti. Attendere di sposarsi, di laurearsi, di avere figli ecc. non vuol dire che tu non debba vivere il tuo momento presente. Soltanto il momento presente è veramente reale e conviene sfruttarlo al meglio.

l’attesa fa perdere attimi di vita fondamentali

Ad attendere sempre si rischia di perdere attimi di vita importanti che potrebbero gettare le basi per un futuro migliore. Pensieri estenuanti che riguardano il futuro, il dubbio, l’avvenire incerto non fanno altro che sovraccaricare la mente che in realtà potrebbe funzionare in modo molto più semplice.

Un’ottima soluzione è quella di cogliere il momento, farne qualcosa di bello per te e dare un senso al tempo che trascorre.

un pensiero di lucio anneo seneca

Secondo un pensiero di Lucio Anneo Seneca “gli uomini non vivono, ma sono sempre in attesa di vivere: rimandano tutto al futuro”. In effetti è questo un atteggiamento comune, quello di pensare “lo farò poi”. In realtà è importante che tu faccia quello che puoi fare proprio adesso, qui ed ora. Rimandare non aiuterà e non gioverà alla tua autostima e al tuo umore.

non rimuginare sul futuro ma cogli l’attimo

Non c’è niente di più estenuante proprio dell’attesa di vivere, di lasciarsi sfuggire quei momenti di benessere e felicità in un continuo rimuginare di pensieri sul futuro.

Impara a cogliere l’attimo e tutto acquisterà un senso subito, senza che tu debba aspettare ancora.

La pazienza è amara, ma dolce il suo frutto

10 caratteristiche dell’ANSIA che ti BLOCCANO

Stili di attaccamento secondo Bowlby: una nota teoria

Interessante il fatto che non tutto merita importanza

Impara a lasciare andare, non tutto merita importanza

il passare sopra al negativo è un comportamento saggio

Secondo il noto psicologo William James “l’arte di essere saggi è l’arte di capire a cosa si può passare sopra”. In effetti non tutto merita la nostra attenzione o peggio la nostra sofferenza.

Se c’è qualcuno che ci ha ferito molto spesso è il caso di lasciare andare quella persona e il torto subito. Imparare a lasciare andare significa liberare la mente e avere maggiori energie per pensare a quello che di buono ci sta accadendo.

impariamo a comprendere cosa veramente merita importanza e cosa no

Molte volte ci si appiglia a cose che non meritano assolutamente peso e importanza e questo per un atteggiamento pessimistico delle mente che non riesce a comprendere cosa merita veramente attenzione.

Lasciare andare è un comportamento saggio che si apprende gradualmente e quando la mente si apre ad una dimensione più libera e felice difficilmente torna indietro.

non fossilizzarti sulle sconfitte ma vai avanti con maggiore leggerezza

Lasciare scorrere il normale flusso degli eventi e non fossilizzarsi sulle sconfitte è un’ottima modalità per vivere più serenamente e con più leggerezza.

A volte è il caso di farsi scivolare addosso certe disattenzioni o certi sgarbi senza andare ad ingrandire la cosa pensandoci sopra continuamente.

impariamo a spendere positivamente le nostre energie mentali

Meno energie sprechiamo nel negativo e più avremo modo di investire la nostra carica mentale nelle cose positive che ci stanno intorno.

Per cui impara a lasciare andare, a lasciare scorrere e dai valore e importanza soltanto a quello che veramente ha senso per te, senza cadere in inutili paranoie e pensieri nocivi.

3 FILOSOFI IONICI: Talete, Anassimandro e Anassimene

Sezione poesia: 1 momento di emozione e relax

6 Filastrocche simpatiche destinate al mondo dei piccoli

Taoismo: La debolezza e i suoi lati positivi

E’ qui che devi accontentare te stesso e non gli altri

Prima di voler accontentare gli altri, impariamo ad accontentare noi stessi

anche per aiutare gli altri, abbiamo bisogno di mettere prima di tutto noi stessi al primo posto

Non si vive la propria vita per accontentare gli altri mettendo al secondo posto se stessi. Non si tratta di essere egoisti, ma piuttosto si tratta di essere padroni delle proprie scelte e del proprio sentire. Secondo il grande filosofo Platone “non conosco una via infallibile per il successo, ma una per l’insuccesso sicuro: voler accontentare tutti.

voler accontentare tutti è una vera e propria prigione

Se i nostri comportamenti sono sempre guidati dalle opinioni altrui non andremo molto lontano. Tante volte ci costruiamo una prigione da soli: voler accontentare gli altri. In primis dobbiamo sentirci liberi di agire di testa propria, ovviamente sempre nei limiti del rispetto.

seguire il proprio istinto per realizzare quello per cui si è portati fino alla fine

Abbiamo tutti delle inclinazioni differenti e quello che può far bene a me probabilmente non lo farà ad un altro. Per questo è importante seguire il proprio istinto e creare quello per cui si è portati fino alla fine.

L’altruismo è una giusta causa e sicuramente una buona via da seguire, ma non bisogna esagerare. Se abbiamo la tendenza a mettere gli altri prima di noi resteremo bloccati nella nostra prigione e quindi nella nostra infelicità.

mettere al primo posto il proprio cuore e il proprio sentire è la via giusta per la felicità

Ascoltare il proprio cuore per fare quello che desideriamo realizzare. Non c’entrano nulla i pareri delle persone estranee al nostro cuore e solo noi possiamo sapere cosa è più giusto per la nostra felicità.

Dobbiamo avere il coraggio di mettere da parte il nostro e l’altrui giudizio per muoverci nella direzione più esatta per il nostro essere e prima di tutto dobbiamo accontentare noi stessi.

I vantaggi di una mente intuitiva e spontanea

La tua rinascita può essere adesso, non devi aspettare

Impara a metterti da parte e osserva, potrai fare nuove scoperte

Non rimuginare sui problemi ma agisci

La tua rinascita può essere adesso rapidamente

La tua rinascita può essere adesso, non devi aspettare

la felicità è un percorso, è un viaggio senza una meta prestabilita

Molte persone credono che per essere felici bisogna aspettare e ottenere chissà che cosa. In realtà la felicità è un viaggio e non è la meta. Aspettare sempre di ottenere e raggiungere un risultato non è la vita giusta per la felicità.

La tua rinascita può avvenire in qualsiasi momento, basta che sia tu a deciderlo. Non è necessario realizzare grandi cose, se queste arrivano ben venga. Ma lo stare bene è un percorso, è una strada che non sempre deve arrivare ad un punto prestabilito.

bisogna imparare a guardare la vita con chi occhi di chi apprezza

Molto spesso la bellezza della vita è negli occhi di chi la guarda. Bisogna saperla guardare la vita, non è tutta questione di realtà materiali. Il benessere è uno stato fisico ed emotivo che può essere raggiunto facilmente se non ci sono particolari impedimenti.

i nostri pensieri possono diventare i nostri più terribili nemici

Molte persone si tormentano con i loro stessi pensieri e sono i loro pensieri ad essere la causa del proprio male. Basta volgere lo sguardo su quello che di positivo abbiamo. Perché ricordiamo che non è ricco chi possiede tutto ma chi è felice di ciò che possiede.

Non si tratta di accontentarsi ma di saper guardare la vita con ottimismo, con la capacità di apprezzare quello che ci sta intorno senza cadere in lamentele inutile e contro producenti che non fanno altro che abbassare il tono dell’umore.

Puoi rinascere proprio nel momento in cui lo desideri, quando hai quella spinta dall’interno che ti spinge ad agire e pensare di essere contento di ciò che ti circonda. Guarda la vita e ciò che hai con più ottimismo e tutte le energie positive arriveranno a te perché sarai tu stesso ad attirarle.

Impara a metterti da parte e osserva, potrai fare nuove scoperte

Non rimuginare sui problemi ma agisci

Pratica la gentilezza, sarai sempre ben ripagato da te stesso

 

Lettura affidabile per fare nuove scoperte

Impara a metterti da parte e osserva, potrai fare nuove scoperte

non essere sempre il protagonista,ogni tanto esci fuori di scena

Molti di noi tendono a voler essere sempre i protagonisti della scena. In molti si sentono al centro dell’attenzione e forse proprio perché ci vogliono stare.

Essere concentrati troppo su se stessi ha dei lati positivi e dei lati negativi. Pensare troppo a sé può portare anche a forme di narcisismo e in questo stato non c’è spazio per l’altro.

impara a metterti da parte per dare più spazio all’altro

Alcune volte è importante mettersi un pò da parte per dare spazio alla voce degli altri, alle opinioni altrui. Imparare ad ascoltare e accettare anche il pensiero degli altri è importante.

Ricorda che non sei al centro del mondo e che anche chi ti sta intorno vuole essere visto e sentito per ciò che è. Mettersi da parte molto spesso può risultare una scoperta.

impara a vedere e sentire realmente l’altro senza essere concentrato troppo su te stesso

Vedere realmente e sentire veramente l’altro non è semplice. Spesso inseguiamo i nostri problemi, i nostri disagi, le nostre paure e abbiamo difficoltà a comprendere e entrare in empatia con il diverso da me.

Comprendere anche la diversità è una ricchezza della vita e sarebbe il caso di iniziare a capire che non tutti siamo uguali e mettendosi da parte questo si può scoprire.

La diversità è un bene e spesso facciamo fatica ad accettarlo. Ognuno ha le proprie caratteristiche, le proprie particolarità e proprio questo è il bello di entrare in sintonia con il diverso. Apri la tua mente e nuove opportunità arriveranno per cambiarti la vita, inizia a sentirti anche spettatore e non sempre protagonista.

Il bene della conoscenza contro l’ignoranza nei disturbi psicologici

Un narcisista: 4 sistemi UNICI per riconoscerlo

BOWLBY: la BASE SICURA per il bambino

 

Sensazionale soluzione per non rimuginare sui problemi

Non rimuginare sui problemi ma agisci

penare e ancora pensare

A tutti è capitato di trovarsi di fronte ad un problema che a prima vista sembra insormontabile. Ci si ferma così a pensare e ancora pensare per trovare una possibile soluzione.

La riflessione è sicuramente positiva e può aiutare ma quando si inizia a rimuginare sulle cose ci si chiude in una gabbia di pensieri da cui poi risulta difficile uscire.

troppo rimuginare e esaurimento nervoso

Il rimuginare affatica il cervello e può portare ad ingigantire il problema. Se i pensieri diventano troppi e ossessivi la mente si stanca così tanto da entrare in un esaurimento nervoso.

Più che stare sempre lì a pensare sarebbe piuttosto il caso di agire. Fare qualcosa, una qualsiasi cosa che può staccare la mente dal problema e portarla altrove.

una mente rilassata apre la porta a nuove strade

Tante volte la soluzione non è immediata e bisogna attendere per cui dedicarsi a qualcosa che rilassa e porta via dal problema può aprire la mente a nuove strade.

La mente, quando è rilassata e quando è felice, trova più facilmente soluzioni. E’ affermato dalla comunità scientifica che una persona felice riesce più facilmente a far fronte alle difficoltà.

Trascinarsi in uno stato depressivo e di ansia non è mai un atteggiamento positivo e può creare ulteriori problematiche anche di salute.

agire e ancora agire

Agire e ancora agire è un ottima tattica per affrontare i momenti difficili. Restare immobili nei propri momenti di difficoltà rende la vita ancora più complicata.

Come dice un famoso pensatore: se c’è una soluzione perché preoccuparsi? E se invece non c’è una soluzione perché preoccuparsi ancora? Più che preoccuparsi bisognerebbe, quindi, occuparsi e tutto ciò che desideriamo può prendere forma.

Pratica la gentilezza, sarai sempre ben ripagato da te stesso

Più abbiamo paura del giudizio e più ci sentiremo giudicati

La forza morale delle donne sta nella loro grandezza

COME faccio a gestire le EMOZIONI : 4 consigli utili

5 regole per ritrovare la propria pace interiore

5 regole per ritrovare la propria pace interiore

Di seguito cinque regole importanti per ritrovare la tua pace interiore

  • Ricorda i tuoi obiettivi, ma lasciati prendere anche dal momento presente per non lasciartelo sfuggire. Bisogna certamente lavorare sui propri scopi ma è importante anche imparare a godersi la vita e l’attimo che fugge. Se siamo sempre proiettati sul futuro e sui risultati ci lasceremo sfuggire quello che di importante abbiamo davanti agli occhi qui ed ora.
  • Non lasciarti condizionare dal giudizio altrui e impara ad essere sempre fiero di ciò che sei senza farti troppe domande e troppi problemi esistenziali. Gli altri sono senz’altro importanti ma il loro giudizio lo è fino ad un certo punto. Non ci si può condizionare la vita in base al pensiero e alle preferenze di altre persone. A volte bisogna ricordare di ragionare con la propria testa e non farsi abbassare l’autostima per nulla.
  • Dedicati ai tuoi animali se ne hai e stai un pò a contatto con la natura. La natura dà energia e molto spesso aiuta a ritrovare il rilassamento e il sorriso. L’aria pura e pulita giova molto alla salute e al benessere sia fisico che psichico.
  • Non lasciarti schiacciare dalla paura. La paura è purtroppo sempre lì, dietro l’angolo, che ci blocca e ci fa sembrare insormontabili certi ostacoli. In realtà molto spesso le nostre paure le creiamo stesso noi e siamo noi gli artefici dei nostri timori. Un pò di leggerezza e ironia ci aiuta in molte situazioni e ci fa sembrare può facile affrontare una circostanza problematica.
  • Non complicarti la vita, essa in realtà è più semplice di quanto pensi. Ogni problema va affrontato volta per volta e l’ansia è solo una cattiva consigliera che ci fa sembrare grandi dei problemi banali e a volte inesistenti.

 

1 storia di depressione: il foglio bianco di Angie

Il ghosting nelle relazioni sentimentali (psicologia)

Piccole pillole di musica: 1 momento di ispirazione

La Filastrocca del bimbo castoro

Meraviglioso espediente per essere gentile

Pratica la gentilezza, sarai sempre ben ripagato da te stesso

in questo mondo che va di fretta c’è sempre meno tempo per essere gentili

Oggi si va sempre più di fretta, si è sempre più spinti ad agire al fine del risultato. Ci si ferma poco a riflettere, tutto ciò che si fa è diretto ad uno scopo. Ma, in fondo, non tutto può avere sempre un obiettivo preciso e bisogna anche provare a fare delle cose nelle quali si prova piacere e relax.

Quando interagiamo con gli altri, perché essere sempre frettolosi o arroganti? Sarebbe forse il caso di iniziare a porsi delle domande sul proprio atteggiamento.

per praticare la gentilezza basta veramente poco, un minimo

A volte basta veramente poco per fare del bene a se stessi e agli altri. Perché non iniziare a praticare maggiore gentilezza? In un mondo di persone sempre più ferite dentro e sempre più angosciate dall’avvenire perché non provare ad essere più gentili e affabili?

Un famoso pensiero del grande filosofo Platone recita così: “sii gentile, perché ogni persona che incontri sta già combattendo una dura battaglia di cui tu non sai nulla”.

tutti combattono una battaglia a nostra insaputa

Ebbene è così. Anche se a nostra insaputa, ogni persona sta combattendo per qualcosa in cui crede o per qualcosa che vuole evitare. Noi non sappiamo niente delle battaglie degli altri, forse siamo troppo concentrati sulle nostre di battaglie.

Così come noi vorremmo essere trattati con gentilezza, forse anche gli altri si aspettano lo stesso da noi.

fare un piccolo sforzo per andare incontro all’altro

Non è difficile provare un pò di empatia verso l’altro e non bisogna avere paura di entrare in relazione con l’altro. Un atteggiamento positivo, un sorriso, una frase gentile e cortese può aiutare facilmente a stabilire relazioni e a sentirsi meno soli.

In ogni situazione o circostanza, un gesto gentile migliora la giornata a tutti e fa sentire più compresi e accolti.

Entrare nelle case degli altri in punta di piedi, urge 1 dose di gentilezza

L’opera il Convivio di DANTE ALIGHIERI in sintesi

Educazione alla salute e al benessere

Il segreto della serenità è avere una mente elastica e comprensiva