4 motivi per cui la gratitudine ti salverà

5/5 - (1 vote)

4 motivi per cui la gratitudine ti salverà

La gratitudine è una virtù dell’anima

Troppo spesso ci dimentichiamo di essere grati per ciò che siamo e ciò che abbiamo. Ci soffermiamo troppo su quello che non abbiamo dimenticando le nostre qualità e ricchezze.

La gratitudine è una virtù dell’anima ed è anche una grande maestra di vita. Dovremmo almeno ogni tanto ricordarci di ringraziare e onorare le nostre qualità. Troppi disturbi, malumori, dispiaceri derivano dal mancato riconoscimento di se stessi. Tutti abbiamo fatto qualcosa di estremamente positivo nella vita e dobbiamo tenere presenti i nostro doni.

Ricordiamo in questo articolo 4 motivi per cui avere gratitudine ti salverà:

La gratitudine produce effetti positivi sulla nostra salute mentale e fisica

Essere grati aiuta a tenere alto l’umore. Essere di buon umore senza dubbio giova a molti ambiti della vita. Sai che un umore alto e sano aiuta anche il corpo e l’organismo a mantenersi in salute? Inoltre essere grati al prossimo, o in senso più generale, all’esistenza è la precondizione per essere individui sociali e per abbassare le tensioni emozionali. Stare in mezzo agli altri, infatti, tiene più bassi i livelli d’ansia e aiuta a regolare le emozioni.

Se conduciamo una vita piuttosto solitaria sarà più facile andare incontro a vissuti di ansia e paure e ci troveremo facilmente spaesati nel difficile cammino della vita. La gratitudine, invece, è un’emozione sociale. Cicerone riteneva che la gratitudine rappresentasse la madre di tutte le virtù. Seneca invece riteneva che essa rappresentasse la spinta motivazionale fondamentale dell’agire umano.

Vivere all’insegna della gratitudine è particolarmente vantaggioso

Il cervello si giova molto della nostra gratitudine. Infatti, grazie alla gratitudine il cervello impiega meno energie per comprendere l’ambiente circostante e farvi fronte. Le persone, invece, ansiose e ossessive tendono a osservare e analizzare ogni dettaglio dell’ambiente circostante, arrivando a sembrare quasi paranoiche. Chi vive con gratitudine vive, infatti, senza pregiudizi e sensi di colpa. Il vivere con gratitudine è un sistema particolarmente vantaggioso.

La gratitudine nasce nella terra buona dell’umiltà

Un buon modo per essere grati è sicuramente essere umili. La persona umile sa riconoscere ciò che di buono possiede. Mantenendosi umili si riesce meglio a capire tutto il buono che c’è intorno poiché non si ha la credenza di essere migliori degli altri. Così, come recita una celebre frase di José Martì “la gratitudine, come certi fiori, non cresce in alta quota e rinverdisce meglio nella terra buona dell’umiltà”.

Con la riconoscenza e la gratitudine non ci si annoia mai

Essere grati e riconoscenti aiuta a scoprire il bello della vita e aiuta a non annoiarsi. Tutto ciò fa in modo che tu possa ancora stupirti e guardare con occhi meravigliati la vita, cogliendo il bello e il profondo che c’è in ogni cosa. Fai tesoro della tua capacità di gratitudine perché riconoscere e ringraziare la vita e gli altri aiuta a stare meglio con noi stessi.

“La gratitudine è un’emozione suscitata da un favore o un beneficio ricevuto; un sentimento di gentilezza e di desiderio di benessere verso il benefattore. E’ un’emozione piacevole che consiste in o è accompagnata da benevolenza verso il benefattore, è una disposizione a fare un’adeguata restituzione di benefici e servizi, o quando una restituzione non possa essere fatta, con il desiderio di vedere il benefattore prospero e felice…”

 

5 frasi zen che ispirano la tua mente

La guida (per principianti) sulla consapevolezza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.