10 caratteristiche dell’ANSIA che ti BLOCCANO

10 caratteristiche dell’ANSIA che ti BLOCCANO
Rate this post

10 caratteristiche dell’ANSIA che ti BLOCCANO

L’ansia, una sensazione spiacevole

L’ansia è una sensazione spiacevole che può diventare anche patologica e può bloccare le tue azioni e limitare le tue abitudini di vita rendendo la tua quotidianità può difficile di quello che è. Lo stato ansiogeno ha delle caratteristiche che sono comuni a molte persone che ne soffrono, vediamo in 10 punti cosa ci blocca quando proviamo questa spiacevole sensazione:

1.Abbiamo difficoltà a parlare in pubblico, lo stato ansiogeno ci fa agitare e ci fa dimenticare le parole giuste mettendoci a disagio e impedendoci di dare il meglio di noi ad un’esame, ad un’esibizione, ad una conferenza ecc.

2.Non riusciamo a trovare degli amici sinceri perché questo problema ci rende più chiusi e introversi facendoci apparire timidi. Tale problema ci fa parlare poco ed anche in gruppo ci porta ad estraniarci restando più tempo in silenzio rispetto agli altri.

3.L’ansia ci abbassa il tono dell’umore facendoci sentire giù di morale, a causa dello stato di tensione che ci mette addosso, da cui è difficile liberarsi senza un adeguato trattamento del problema.

4.Tale problema ci crea difficoltà nello studio. Questa sensazione crea una sorta di timore che va contro la nostra voglia di studiare e di metterci in gioco a scuola o ad un esame universitario.

5.Può succedere in casi più estremi di non avere voglia di uscire e di incontrare persone perché lo stato ansiogeno ci mette in difficoltà. In questo caso si tratta di ansia sociale e questa ci impedisce di mantenere dei buoni rapporti interpersonali.

6.L’ansia può portare a mangiare di più oppure di meno. C’è chi tende ad affogare il proprio stato di ansia sul cibo e chi invece tende ad evitare proprio i pasti a causa della spiacevole sensazione.

7.L’ansia ci fa sentire paurosi e ci fa temere anche le situazioni più semplici e comuni. Anche fare una fila alle poste può risultare snervante se si è presi da un forte stato di ansia. Anche l’attesa può renderci nervosi e farci scattare per un nulla.

8.Questa spiacevole sensazione ci fa sentire nervosi e ci fa litigare più facilmente con gli altri. La tensione e l’agitazione ci portano ad avere reazioni più grandi rispetto al problema effettivo, facendoci perdere il senso dell’orientamento e della misura.

9.Lo stato ansiogeno può essere anche, in alcuni casi, positivo se non si entra in uno stato patologico. Per esempio, l’ansia per un colloquio di lavoro può portarci a prepararci meglio e dare di più di noi stessi al colloquio proprio a causa dell’adrenalina che si sprigiona in situazioni per noi importanti.

10.Infine l’ansia può richiedere l’aiuto di uno specialista quando proprio diventa insopportabile e limita le nostre abitudini di vita. In alcuni casi può portare a veri e propri attacchi di panico che vanno presi sul serio e curati nella maniera corretta.

blocco, disturbo d'ansia. ansia.

Sette sintomi da disturbo di panico

La psicoterapia può essere una valida ed efficace soluzione a un problema psichico

La psicoanalisi contemporanea: il “dopo Freud”

La triangolazione in psicologia: la terza persona tra 2

Pubblicato da Silvana Santospirito

Amante della scrittura e della psicologia; animalista che crede fortemente nei diritti di tutti gli esseri viventi; amante anche della musica, in particolare del pianoforte. Laureata in scienze dell'educazione e della formazione e laureanda in scienze pedagogiche. Spero di trasmettere positività e buon umore attraverso gli articoli di questo blog.